Visitare Miami low cost è possibile. Non semplice, non per tutti, ma possibile sì, se si pianifica in tempo la propria vacanza e si ha la fortuna di poter volare in Florida nel periodo giusto – indicativamente da maggio a ottobre, quando le possibilità di pioggia si alzano e i prezzi fanno il percorso inverso.

Scegliere il proprio hotel ostello tramite un comparatore è un altro ottimo modo per risparmiare sui costi del viaggio: ce ne sono anche a meno di quaranta dollari a notte, non necessariamente lontano da strade iconiche come Ocean Drive o Lincoln Road.

Passeggiare di fronte alla casa di Gianni Versace è un piacere del tutto gratuito, così come rilassarsi sulla splendida South Beach: se la vostra idea di divertimento è telo mare, ombrellone, occhiali da sole e quel che ne consegue, potrete contare su diversi chilometri di spiaggia libera su cui abbronzarvi.

Non mancano club sulla riva free entry e pizzerie economiche dove riempirsi lo stomaco senza svenarsi; un consiglio che vale anche all’ora di colazione, perché un tipico caffè cubano (dolce, dolcissimo, per chi è abituato all’espresso) costa meno del caffè di Starbucks.

Se non vi darà la carica necessaria per sostenere le lunghe camminate, ricordate di prendere la Metromover: si tratta di una metropolitana sopraelevata che percorre tutto il centro della città, dalle 05:00 alle 24:00 sette giorni a settimana, e salirci non vi costerà un centesimo. Fantastico, no?

Alla sera, comunque, non potrete certo stare in camera. Miami ha un’offerta di night e discoteche davvero sterminata e in molti è possibile entrare gratuitamente, se s’incontra per strada il promoter giusto: accettate il suo braccialetto e sarà fatta.

Attenzione, non pensate di poter bere gratis, perché da queste parti le consumazioni costano e anche parecchio, ma vedetela così: sarà la vostra scusa per andarci piano!